IL BLOG

Il furetto:notizie utili,curiosità,consigli,alloggio,cure,…

Già da migliaia di anni il furetto è stato selezionato dall’uomo rendendolo a tutti gli effetti un animale domestico, il furetto è il frutto della selezione artificiale e l’addomesticamento, fatto dall’uomo, della puzzola europea. In natura esiste una forma selvatica, cugina del nostro furetto e della puzzola americana. E’ difficile risalire con precisione al popolo che iniziò il selezionamento del furetto nella sua forma domestica, alcuni ipotizzano gli egizi, l’unica informazione certa risale al periodo greco-romano nel quale lo troviamo citato negli scritti di Aristofane, Aristotele e Plinio.
Nel Medioevo lo troviamo spesso ritratto in immagini di caccia, essendone uno dei maggiori protagonisti, data la sua intelligenza, il suo olfatto e il suo corpo morfologicamente adatto alla caccia da tana ed in particolar modo alla caccia del coniglio.
Veniva addestrato a non uccidere le prede, ma solo a stanarle dai loro nascondigli, permettendo così la cattura da parte del cacciatore a mezzo di rudimentali reti.

Caratteristiche

La lunghezza può variare dai 40 cm della femmina ai 60 cm del maschio, le femmine restano sempre più piccole dei maschi. Il peso varia tra i 500 grammi ed 1 kg della femmina e tra i 1,5 kg ed i 2 kg nel maschio. Come la maggioranza dei suoi parenti Mustelidi, il furetto ha un corpo molto allungato e flessuoso, con zampe corte. La colonna vertebrale è particolarmente flessibile e gli permette di muoversi agilmente all’indietro in spazi angusti. Il muso è appuntito, la testa triangolare, gli occhi vispi e rotondi. Ha una vista non molto sviluppata e olfatto molto fine. Le orecchie rotondeggianti e ricoperte di peluria poste ai lati del cranio.Il naso è rotondo e va da un colore rosa fino al nero a seconda della pigmentazione dei soggetti. La dentatura è tipica del carnivoro, molto sviluppata e tagliente, specie i canini ed è composta in totale da 34 denti. Collo lungo e resistente, interamente ricoperto di pelliccia; il pelo è formato da peli più lunghi e scuri ed un sottopelo più chiaro e sottile. La coda è lunga e folta, le zampe sono corte munite di cinque dita ciascuna. Un esemplare vive in media 7-10 anni.

Comportamento

Il furetto è un predatore e manifesta questa sua caratteristica nella passione per l’esplorazione e la caccia, anche se ritualizzata nel gioco. I furetti dormono parecchie ore; possiamo dire che questi animali hanno due livelli di attività: o sono attivamente impegnati nel gioco, o dormono profondamente. Sono animali molto affettuosi, amano farsi coccolare dal proprietario e gli si affezionano come potrebbe fare un cane. Non sono in generale aggressivi, ma esistono sempre eccezioni alla regola. L’aggressività può dipendere dalla scarsa abitudine al contatto umano, con pazienza e un po’ di stoicismo è possibile vincere la diffidenza del furetto, fargli perdere l’aggressività e renderlo docile e affettuoso; in generale, i furetti hanno un carattere adattabile; posti in un ambiente nuovo non si spaventano, ma corrono ad esplorarlo. Purtroppo, se scappano da casa tendono ad allontanarsi e a perdersi, senza fare più ritorno. I furetti vanno d’accordo molto bene con altri animali della propria specie, se abituati da piccoli. Da adulti la convivenza con altri soggetti richiede un certo periodo di tempo per permettere ad animali estranei di fare conoscenza e legare. Due furetti insieme moltiplicano il divertimento di starli ad osservare mentre giocano e si scatenano. Amano molto trovare luoghi un po’ nascosti e portarci dentro oggetti

Riproduzione

La femmina va generalmente in calore con l’allungarsi delle giornate, in primavera. Il periodo fertile inizia solitamente a marzo e termina a settembre e si contraddistingue per il progressivo ingrossamento della vulva nella femmina e per l’ingrossamento dei testicoli nel maschio. Nella femmina l’ovulazione è stimolata dall’accoppiamento; se non avviene l’accoppiamento, l’estro dura per tutta la stagione riproduttiva, e cioè da marzo ad agosto-settembre. Durante tale periodo le ovaie continuano a produrre elevati livelli di estrogeni che permangono in circolo per mesi e possono avere un grave effetto tossico sul midollo osseo, provocando una grave anemia che può essere mortale. La femmina può partorire da 1 a 12 piccoli, che nascono ciechi, sordi e privi di pelo.

Al Club del Cane puoi trovare cuccioli di furetto e su www.prodotti-per-animali tutto ciò che serve per lui!

Questa voce è stata pubblicata in Schede roditori:conoscerli meglio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>