IL BLOG

Come educare il cucciolo a sporcare nel luogo scelto e fuori casa

Quando il cucciolo arriva a casa, solitamente non ha terminato il ciclo delle vaccinazioni obbligatorie; di conseguenza è sconsigliabile portarlo a passeggiare in luoghi molto frequentati da altri cani, in quanto non ha ancora la copertura immunitaria completa ed è quindi soggetto maggiormente a contrarre malattie virali o batteriche.

 A maggior ragione se ci si trova nella stagione invernale, in quanto  il freddo può essere causa di ulteriore abbassamento delle difese  con conseguente aumento per il cucciolo del rischio di ammalarsi. Dovrà quindi trascorrere un breve periodo di tempo durante il quale il nostro nuovo amico farà i suoi bisogni in casa.

 Per rendere tale periodo meno faticoso è possibile insegnare al cane come sporcare in un luogo della casa prescelto,  preferibilmente lontano da dove il cane mangia e dorme,  nel quale si dovranno collocare delle traversine assorbenti, che si trovano facilmente in commercio. clubdelcane educarlo a sporcare fuori casa

Qualche regola, un po’ di coerenza, un po’ di pazienza, qualche premio ed il gioco è fatto.

Cerchiamo allora di riassumere quali sono le regole e le azioni da attuare per fare in modo che  il cucciolo impari.
Innanzitutto se sporca dove non deve dobbiamo intervenire con un secco e tempestivo “NO” (con tono di voce deciso) e portarlo immediatamente nel luogo giusto che abbiamo scelto (in un angolo della stanza, sul balcone, sulle traversine ecc..). Inizialmente è bene osservare, se possibile, il comportamento del cane, in quanto il momento in cui deve sporcare è abbastanza facilmente prevedibile:  dopo i pasti, dopo il gioco , dopo il riposo ed il nostro amico dà generalmente alcuni segnali (ad esempio inizia insistentemente ad annusare per terra girando in tondo come per cercare il luogo adatto).

 Nel momento immediatamente precedente a quello in cui inizia a sporcare occorrerebbe portarlo nel luogo scelto ed incoraggiarlo con una parola (come ad esempio pipì, bravo ecc..,) in modo che questa possa essere associata  all’azione che sta svolgendo. Questa parola andrà ripetuta tutte le volte e deve sempre essere la stessa.

Sempre  nel momento in cui fa i bisogni dove vogliamo  (non serve niente farlo a distanza di qualche minuto oppure in un momento successivo) occorre premiarlo con un cibo a lui particolarmente gradito ( ad esempio uno snack o un biscottino adatto per i cuccioli). In questo modo si imposta  la sua educazione  basata sui rinforzi (cioè premi) dei comportamenti giusti e sul rimprovero dei comportamenti a noi non graditi. Successivamente  quando il cucciolo avrà imparato la lezione, il premio in cibo potrà essere sostituito con un complimento come il “bravo” (detto con tono di voce gioioso), oppure una carezza.

Quando il cucciolo ha terminato il ciclo delle vaccinazioni, occorre fare un altro passo avanti insegnandogli a sporcare fuori casa.

clubdelcane educarlo a sporcare fuori casa

 A tale fine è preferibile scegliere per la passeggiata un percorso poco frequentato da altri cani, in quanto “sporcare” per il cane non è solo un bisogno fisiologico ma è anche un modo per segnare il territorio. Il cane è un animale “da branco” perchè discende dal lupo e dal suo bagaglio genetico gli viene trasmesso che, all’interno del  branco, esistono delle precise gerarchie:  i cuccioli occupano sempre gli ultimi gradini della scala gerarchica. Se si porta un cucciolo in un territorio molto “segnato” da cani adulti, questo non “oserà” sporcare per questioni di predominanza. Quindi i bisogni li farà soltanto una volta arrivati a casa, cioè nel suo territorio.

 Per aiutare il cucciolo a sporcare fuori casa occorre  farlo uscire quando si presuma abbia voglia di sporcare (al mattino presto, dopo i pasti, dopo una bella dormita, ecc.), come al solito munirsi di premi e, sempre nel momento in cui fa i suoi bisogni per strada, premiarlo con una leccornia, rafforzare l’azione con la parola usata già per abituarlo a sporcare nel luogo scelto in casa (ad esempio pipì) e lodarlo con tante carezze ed un tono di voce gioioso.

clubdelcane educarlo a sporcare fuori

E’ buona regola attendere un po’ di tempo prima di accompagnarlo a casa in modo che non associ i bisognini con la fine della passeggiata ma al contrario la sua associazione deve essere: ”che bello si esce - si fanno i bisogni –  si gioca -  si fa una bella passeggiata – infine si torna a casa ”.

Possiamo dire che in condizioni ideali, per avere successo occorrono circa tre mesi e che un cucciolo acquisisce un buon comportamento di eliminazione quando non sporca più in casa per almeno 6/8 settimane.
L’inizio di qualunque rapporto richiede l’ impiego di un po’ di tempo, di pazienza e tanto amore……

Seguendo i metodi corretti i risultati si ottengono in breve tempo e  vi assicuro che il vostro nuovo amico saprà  ampiamente ricompensarvi con immenso affetto!!!

Questa voce è stata pubblicata in Notizie utili e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

275 risposte a Come educare il cucciolo a sporcare nel luogo scelto e fuori casa

  1. lidia scrive:

    Salve ho un pincher di sei mesi e l’ho avuto quando ne aveva due… il mio problema è che d’allora non ha mai voluto fare i bisogni fuori pur portandolo spesso.. sto impazzendo avrei bisogno d’aiuto.. oin casa all’inizio me la faceva sulla traversa ma ora la sta facendo dove capita.. non capisco.. cosa dovrei fare?

  2. LEONARDO scrive:

    Buongiorno,
    ho un cucciolo di labrador di 7 mesi (maschio), premetto che sin dall’età di 2 mesi aveva imparato a fare i suoi bisogni fuori, durante le passeggiate….ora mi capita che senza motivo la mattina faccia cacca vicino alla sua cuccia, oppure subito dopo il rientro dalla passeggiata, anche se ne ho allungato/posticipato un pò i tempi proprio per andare in contro a questo suo atteggiamento. Non è stato aggredito da altri cani, non è stato rimproverato nè da me nè dagli altri componenti della famiglia e le abitudini (orario pasti, orario usciti sono sempre costanti).
    Da cosa può dipendere? Come potrei risolvere? Sembra essere regredito.
    Grazie

  3. Marianna scrive:

    Help me!!! ho una cokerina di quasi 5 mesi e da 1 mesetto la porto fuori a fare i suoi bisogni. nonostante ciò li continua ancora a fare in casa. leggendo l’articolo si scrive che bisogna ricompensarla con qualche premio ecc.. Ecco il mio cane non mangia nulla per strada, nemmeno fra le mie mani. come posso fare per premiarla?

  4. This wеЬ site certainlʏ has all of the information I needed
    аbout this subject ɑnd didn’t know who to аsk.

    Feel free to surf to myy web page: car power windows bangalore

  5. Kokid85 scrive:

    Salve
    ho adottato da poco un cane abbandonato di circa un anno… il problema e che sicuramente era abituato a stare in luoghi aperti e a sporcare da tutte le parti… adesso invece e a casa in un luogo abbastanza piccolo e mi fa i bisogni ovunque…. come posso fare ad insegnargli a farlo in un determinato posto anche se oramai e adulto e non più cucciolo?

  6. simona scrive:

    Salve, ho un cucciolo di 4 mesi; il problema è che fino ad ora ha vissuto fuori in giardino e faceva i bisogni dove capitava…adesso che stiamo in appartamento la fa ovunque…cosa devo fare?non voglio utilizzare i tappetini;vorrei imparasse ad andare in cortile.
    Grazie

  7. Trudi scrive:

    Buongiorno a tutti…ho preso da pochissimo una cucciola meticcia di un mese e mezzo…minuscola!!! Ho dovuto prenderle un box per cani perchè dal giorno dopo ho dovuto lasciarla sola per almeno 4/5 ore per andare a lavorare. Quindi nel box gigante su un angolino ho messo una traversa in cui fa solo pipì!! Quando esce ha due traverse disponibili in casa. La pipì ce la fa e viene immediatamente premiata, le feci invece le fa ovunque!!! Come posso fare???

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>